Nome Società  
 

London General Insurance Company Ltd

 
  Indirizzo  
  Società inglese con sede legale a Integra House, piano 2, Vicarage Road, Egham, Surrey TW20 9JZ, Regno Unito

 
  Informazioni sulla Società  
  numero di registrazione 1865673 (UK), autorizzata nel Regno Unito dalla Prudential Regulation Authority e vigilata dalla Financial Conduct Authority e dalla Prudential Regulation Authority (FRN202689)

 
  Sede Italiana  
  La Rappresentanza Generale per l'Italia ha sede in Segrate, Via F.lli Cervi, Palazzo Verrocchio - Milano2. In Italia la società opera in regime di stabilimento, ai sensi del dell’art. 23 del D.Lgs. 7 settembre 2005 n. 209, per i rami danni 1, 2, 3, 9, 16 ed è iscritta nell’elenco I delle imprese comunitarie presso l’IVASS con il numero I.00017 (per verificare l’autorizzazione è possibile visitare il sito www.ivass.it)

 
  N° Telefono e FAX  
  Telefono: 02.777.31.422 - Fax: 02.777.31.400

 
  Sito Internet  
  www.londongeneralinsurance.it

 
  Indirizzo e-mail  
  info.it@thewarrantygroup.com

 
  Informazioni finanziarie  
  In base ai dati riferiti all'ultimo bilancio approvato al 31.12.2014, il patrimonio netto è di GBP 94,8 milioni (euro* 121,71 milioni) di cui il capitale sociale ammonta a GBP 15 milioni (euro* 19,25 milioni). Le riserve patrimoniali ammontano a GBP 318,4 milioni (euro* 408,78 milioni). L'indice di solvibilità è pari al 300%. Si precisa che tale indice rappresenta il rapporto tra l'ammontare del margine di solvibilità disponibile e l'ammontare del margine di solvibilità richiesto dalla normativa vigente.

*sulla base del tasso di cambio dello 0,7789
 
     
  Procedure in caso di reclamo ad IVASS  
 

Eventuali reclami riguardanti il rapporto contrattuale o la gestione dei sinistri devono essere inoltrati per iscritto al seguente indirizzo: London General lnsurance Company Ltd., Ufficio Reclami, Via F.lli Cervi, Palazzo Verrocchio - Milano 2, 20090 Segrate (MI) ovvero via fax al numero: 02.777.31.400 o per email all’indirizzo: info.it@thewarrantigroup.com. L’esponente potrà avvalersi del modello di reclamo disponibile sul sito dell’IVASS nonché cliccando qui

Il reclamo deve contenere i seguenti elementi essenziali: nome, cognome e domicilio del reclamante, denominazione dell'impresa (dell'intermediario o del perito di cui si lamenta l'operato), breve descrizione del motivo della lamentela e ogni documento utile a descrivere compiutamente il fatto e le relative circostanze.

Qualora l’esponente non si ritenga soddisfatto, in tutto o in parte, dell’esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo di 45 giorni dalla ricezione dello stesso da parte della Società, potrà rivolgersi all’IVASS - Servizio Tutela degli Utenti - Via del Quirinale, 21 - 00187 Roma, corredando l’esposto con copia del reclamo presentato all’impresa di assicurazione e dell’eventuale riscontro fornito dalla stessa. Il reclamante potrà avvalersi del modello di reclamo disponibile sul sito dell’IVASS nonché cliccando qui

I reclami potranno essere indirizzati anche al Financial Ombudsman Service (FOS) di cui London General Insurance Company Ltd. è membro, ai seguenti recapiti Financial Ombudsman Service free of charge at Exchange Tower, Harbour Exchange Square, London E14 9SR, or by telephone: 0800 023 4567 or 0300 123 9 123. Website: www.financial-ombudsman.org.uk.

Per la risoluzione delle liti transfrontaliere è possibile presentare reclamo all’IVASS o direttamente al sistema estero competente chiedendo l’attivazione della procedura FIN-NET.

In relazione alle controversie inerenti la quantificazione dei danni e l’attribuzione della responsabilità si ricorda che permane la competenza esclusiva dell’Autorità Giudiziaria, oltre alla facoltà di ricorrere a sistemi conciliativi ove esistenti. In particolare, si informa che, ai sensi dell’art. 5 del D.Lgs. 4 marzo 2010, n. 28, così come modificato dall’art. 84, comma 1, del D.L. 21 giugno 2013, n. 69, in caso di controversia inerente a o derivante dal contratto di assicurazione, la parte che intenda promuovere una causa dovrà previamente esperire il procedimento di mediazione obbligatorio, deferendo la controversia a uno degli Organismi di mediazione abilitati che abbia sede nel luogo del giudice territorialmente competente per la controversia.